FAQ

Domande e Risposte 

Un olio extravergine monovarietale (o olio monocultivar) è un olio fatto con olive di un’unica varietà (cultivar).

Però, giustamente, potresti chiederti: “ma le piante di ulivo e le olive da loro prodotte non sono tutte uguali?”

Com’è facilmente intuibile la risposta è no.

Le olive non sono tutte uguali. In Italia ci sono 395 diverse varietà di olive iscritte ufficialmente nello Schedario Oleicolo Italiano, moltissime di queste varietà sono autoctone (cioè non importate) e molto radicate nel territorio di origine.

Ogni varietà è diversa dall’altra: alcune varietà hanno una maturazione precoce, altre tardiva; alcune varietà sono resistenti alle avversità, altre sono sensibili.

E così gli oli prodotti da varietà diverse hanno caratteristiche diverse, sia dal punto di vista chimico che da quello organolettico: alcuni sono ricchi in polifenoli e hanno profumi e sapori intensi, altri sono leggeri e delicati; in alcuni prevale il piccante, in altri spicca il profumo di frutto fresco, di erba, carciofo, pomodoro.

Un olio monovarietale è di solito un olio dalla forte personalità, molto tipico, molto rappresentativo del territorio in cui è prodotto e molto raro.

Solo una piccolissima percentuale degli oli prodotti in Italia è monovarietale, di norma l’olio viene fatto con più varietà di olive lavorate insieme.

IMPORTANTE!

Bisogna fare una distinzione tra: Scadenza e Termine minimo di conservazione.

Ci sono, infatti, prodotti che ‘scadono’, poiché deperibili (come ad esempio il latte) e che, pertanto, devono essere consumati entro un certo limite di tempo altrimenti possono deteriorarsi con conseguenti rischi per la salute delle persone; altri prodotti invece sono ‘da consumare preferibilmente entro una certa data’ poiché, se correttamente conservati, mantengono inalterate le loro proprietà.

Questi ultimi anche se consumati successivamente alla data indicata non provocano rischi per la salute umana.

L’olio ricade nella seconda categoria di prodotti in quanto per il suo consumo non è prevista una scadenza vera e propria, ma una data preferibile di consumo.

Da che cosa dipende la naturale degradazione dell’olio – e quindi la sua durata/conservabilità – nel tempo?

Dal suo contenuto in sostanze antiossidanti e, pertanto, dalla sua dotazione di partenza in composti fenolici.

Questa dotazione dipende, prevalentemente, dalla varietà da cui si estrae l’olio.

Molto importante è anche la conservazione, l’olio deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto, lontano dall’ossigeno, dalla luce e da fonti di calore.

Ti capiterà di assaggiare oli ancora accettabili anche dopo due/tre anni dalla loro estrazione (ovviamente se conservati nelle migliori condizioni) e oli che dopo qualche mese sono già irranciditi.

Ciò significa che oli particolarmente amari e piccanti quindi con un buon contenuto di sostanze antiossidanti, dureranno decisamente più a lungo rispetto agli oli cosiddetti ‘dolci’, che invece sono scarsamente dotati di sostanze fenoliche.

Cosa dice la normativa sul confezionamento dell’olio extravergine di oliva?

La legge europea 2015 ha modificato l’articolo 7 della legge numero 9 del 2013 — la cosiddetta “Salvaolio”, più rigida rispetto alla legislazione comunitaria e più favorevole alla tutela della qualità dell’olio — nella parte in cui prevede un termine minimo di conservazione non superiore ai diciotto mesi dalla data di imbottigliamento.

Prima del recepimento delle indicazioni comunitarie il termine minimo di conservazione indicato sulle confezioni di olio non poteva essere superiore ai diciotto mesi dalla data di imbottigliamento.

Oggi, invece, la nuova normativa prevede che il termine minimo di conservazione è determinato dal produttore o dal confezionatore ed è riportato in etichetta, sotto la sua diretta responsabilità, con la dicitura: “Da consumersi preferibilmente entro…”.

Quindi è chiaro che non esiste più alcuna normativa che stabilisce entro quale termine un olio debba essere consumato, ma è chi lo confeziona che si assume la responsabilità di indicare il periodo di tempo entro il quale, secondo il suo parere, il prodotto manterrà immutate le sue caratteristiche chimiche e organolettiche indicate dalla normativa vigente a condizione che venga correttamente conservato.

Quando scade il nostro olio EVO?

Sulle nostre confezioni di olio extravergine di oliva indichiamo come termine entro il quale è preferibile consumare l’olio quello dei 18 mesi successi alla data di imbottigliamento.

Quindi, abbiamo scelto di continuare a rispettare le vecchia legge “Salva olio” per diverse ragioni: il nostro olio extravergine di oliva è conservato all’interno di serbatoi in acciaio inox; non è mai soggetto a sbalzi di temperatura che possono danneggiarlo; viene decantato e non filtrato.

Con la decantazione, quando le particelle solide di olivo si depositano sul fondo della botte, vengono liberati gran parte degli antiossidanti presenti nell’olio EVO.

Queste sostanze aiutano ad allungarne la vita dell’olio; imbottigliamo il nostro olio extravergine di oliva nel momento in cui riceviamo l’ordine per garantire al consumatore finale un prodotto sempre fresco; i contenitori che utilizziamo per il confezionamento sono studiati per preservare a lungo il gusto e le proprietà benefiche del nostro olio extravergine di oliva; avendo una produzione limitata l’olio extravergine che imbottigliamo è sempre “nuovo”, non imbottigliamo MAI olio di annate precedenti.

Questi sono i punti che ci hanno portato a decidere di continuare ad utilizzare la legge “salva olio”.

A nostro avviso questa scelta, basata sui punti sopraelencati, riesce a garantire la qualità del prodotto al consumatore finale.
Questa offerta nasce per promuovere l’olio di annata 2019.

Questa offerta ti sarà visibile per 3 giorni, dal momento in cui ti è stata presentata, puoi vederla poiché hai scaricato Tutta la verità sull’olio evo.

I vari box contengono degli sconti importanti (dal 30% al 40%) e negli ultimi 2 poi trovare anche degli omaggi GRATUITI per assaporare anche altri prodotti realizzati da Azienda Agricola Nenci.

I metodi di pagamento sono 100% sicuri, puoi pagare con carta o con bonifico. Inoltre per assicurare il tuo acquisto hai anche la mia personale garanzia 100% soddisfatti o rimborsati.

Una volta effettuato l’ordine, il tuo box verrà preparato in 1-2 giorni lavorativi, perché imbottigliamo l’olio solo nel momento in cui viene ordinato per garantire un sapore come appena spremuto.

Una volta che il pacco sarà spedito arriverà in 1-2 giorni lavorativi tramite corriere espresso SDA.
Quante volte e con quali combinazione ti capita di mangiare l’olio ogni giorno?

L’olio è uno dei condimenti più utilizzati nella cucina Italiana.

Lo troviamo in moltissimi piatti che ogni giorno ci capita di preparare o di mangiare in un ristorante o a casa di amici.

Di recente, mi hanno posto questa domanda:

Quali Benefici Genera L’assunzione Costante Dell’Olio Evo?

La prima cosa che ho pensato è stata: Quante volte mi capita di mangiare prodotti, per il semplice gusto di farlo, di cui non conosco alcun beneficio?

Dopo aver risposto alla domanda, ho pensato di creare una lista di quelli che sono i 5 principali benefici dell’olio Evo.

Esistono decine e decine di benefici che l’olio Evo ha sul nostro corpo e sul nostro organismo e nell’email di oggi, ho selezionato quelli che sono i 5 benefici più importati e significativi:

1)Previene il Diabete: L’assunzione costante, minimo 10 gr al giorno, aiuta ad abbassare il livello degli zuccheri nel sangue, questo perché genera un aumento significativo delle INCRETINE, ormoni naturali prodotti a livello gastrointestinale. Inoltre, attenua il picco glicemico dopo i pasti.

2) Riduce il Colesterolo: Secondo un recente sondaggio, oltre il 40% della popolazione italiana non sa di avere il colesterolo. L’assunzione costante di Olio Evo favorisce L’aumento di Colesterolo HDL, ovvero del cosiddetto Colesterolo Buono. Tutto questo è possibile perché L’olio è un alimento ricco di Acido Oleico.L’aumento del colesterolo è dovuto proprio dalla mancanza di acido Oleico.

3) Aiuta la digestione e stitichezza: Questo argomento è prettamente collegato a quello di sopra. L’elevata percentuale di acido Oleico contenuto nell’olio, oltre a favorire una riduzione del colesterolo, aiuta anche la digestione apportando dei benefici importanti al nostro intestino. E’ importante sapere anche che l’olio EVO possiede la percentuale più alta di Acido Oleico, ecco alcuni esempi: Olio extravergine di oliva: 65-80% Olio di mandorla: 65-70% Olio di arachide: 35-72% Olio di girasole: 14-65% Olio di palma: 33-35% Olio di mais: 19-50% Olio di soia: 19-30% Olio di colza: 10-32% Olio di vinaccioli: 15-20% Avere il metabolismo che funziona alla grande ci permette di prevenire anche sgradevoli lotte con la stitichezza.

4) Previene la formazione di sostanze cancerogene: Degli studi recenti hanno messo in evidenza come le persone che consumano regolarmente dell’olio extravergine d’oliva hanno meno probabilità di sviluppare il cancro, questo per via del fatto che contiene acido oleico, antiossidanti, flavonoidi, polifenoli e squalene.

5) Un amico importante per il nostro cervello L’olio d’oliva contribuisce a ritardare il deterioramento mentale e dunque a tenere alla larga malattie neurologiche come l’Alzheimer. Un’ultima cosa: Solitamente quale olio utilizzi per la frittura? In pochi sanno che l’olio Evo è l’olio più indicato per friggere, sempre in riferimento al fatto dell’alta percentuale di Acido oleico contenuto. Naturalmente con la cottura si distruggono i polifenoli e si perdono la maggior parte delle proprietà benefiche dell’olio evo, ecco perché è sempre consigliato l’utilizzo a crudo. lmente idraulico.
Fare la scelta giusta è difficile.

Quando si prudoce l’olio extravergine si deve fase una scelta difficile:

quando iniziare la raccolta delle olive?

Scegliere il giusto grado di maturazione delle olive è il segreto per ottenere un olio dalle caratteristiche uniche e distintive.

Le olive attraversano diverse fasi prima di arrivare alla completa manutenzione.

L’oliva a sinistra è un oliva completamente verde, che produce un olio dal colore verde con un sapore e un profumo intenso, ma la quantità di olio che si estrae è ridotta rispetto all’oliva nera sulla destra.

L’oliva completamente matura (quella nera) produce un olio dalle caratteristiche meno intense, dall’acidità più alta e dal colore giallo, ma la quantità di olio estratto è quasi il doppio rispetto alle olive completamente verdi.

Quindi, per produrre un olio extravergine verde, con un basso grado di acidità e gusto intenso, bisogna molire olive principalmente verdi.

Questo rende il procedimento di raccolta più complicato perché le olive raggiungono la maturazione in tempi diversi, tempi che variano in base alla tipologia e in base alla potatura effettuata.

Di solito si comincia con gli uliveti della varietà leccino, si passa agli uliveti potati l’anno prima della varietà dritta e infine si conclude con gli uliveti non potati della varietà dritta.

Solo con questo tipo di attenzione si può ottenere questo risultato.
Ti piacerebbe scoprire come il sistema di molitura dell’olio sia cambiato in questi anni, passando da un processo più “agricolo” e manuale ad uno più contemporaneo e scientifico?

Da una parte abbiamo un frantoio che ha segnato la tradizione agricola delle vecchie generazioni, mentre dall’altra, un frantoio moderno che non ha nulla da invidiare al suo predecessore.

Iniziamo:

Il Frantoio A Presse.

Tutto inizia con loro: le macine. Queste enormi pietre a forma circolare (molto pesanti) hanno il compito di pressare le olive fino ad amalgamarle completamente per ottenere un impasto uniforme. Una volta che le olive sono state ben macinate, vengono posizionate su dei dischi appositi, in Abruzzese i “FRISCOLI”. Fino al 2015, i dischi erano composti di tessuto, dal 2015 in poi è stata apportata una modifica sanitaria e adesso si utilizzano solo dischi in plastica monouso. A questo punto, dopo che i dischi sono stati cosparsi di olive, vengono posizionati, uno sopra l’altro, su degli appositi carrelli che serviranno poi come pressa. Da quel momento, serviranno diverse ore prima che il processo di schiacciamento delle olive giunga al termine. Una volta che le olive sono state totalmente pressate ed hanno raggiunto uno stato liquido, inizia l’ultimo processo che è quello di filtraggio dell’olio. Terminato anche quest’ultimo passaggio otteniamo il prodotto finito e pronto per essere assaggiato. Adesso, facciamo un passo avanti nel tempo ed arriviamo a quello che è attualmente il frantoio più utilizzato.

Il Frantoio A Ciclo Continuo.

Il frantoio a presse ha un ciclo più manuale e gestito dall’uomo, mentre,il frantoio a ciclo continuo affida il lavoro duro alle macchine. L’utilizzo di questo tipo di frantoi ha avuto in questi ultimi anni una forte crescita per 3 motivi: Il primo è che il rispetto dell’igiene è molto più sicuro ed accurato; Il secondo motivo è che secondo alcuni studi scientifici, le olive sono sottoposte ad uno stress inferiore e che quindi la qualità dell’olio è molto più elevata; Il terzo è a vantaggio degli agricoltori. Essendo questo frantoio più moderno ed utilizzando dei sistemi di presse idrauliche, la resa delle stesse olive risulta più alta. L’intero processo di molitura è molto simile al suo antenato. In alcuni frantoi a ciclo continuo è possibile trovare ancora le vecchie pietre circolari mentre in altri, soprattutto negli ultimi assemblati, sono state sostituite anche le macine ottenendo così un processo totalmente idraulico.
Spesso questo aspetto dell’olio non viene considerato ma in realtà è il particolare che più fa la differenza.

Facciamo un piccolo passo indietro.

Qualche giorno fa ti ho parlato di come i frantoi siano cambiati nel corso degli anni e quali evoluzioni, soprattutto dal punto di vista qualitativo ed igenico hanno avuto.

Devi sapere che i processi che vederemo oggi, CALDO e FREDDO, avviene proprio all’interno dei Frantoi.

Un processo di molitura a Caldo ha come unica differenza che all’interno dei frantoi sono presenti dei punti di calore applicati alla pasta d’oliva.

Molti frantoi adottano questo tipo di molitura per aumentare la resa delle stesse olive.

Quali sono i pro e contro?

PRO: La quantità d’olio estratta dalle olive è maggiore.

CONTRO: Il sapore delle olive è estremamente modificato e quindi il loro gusto risulta molto più insipido e meno marcato.

Esempio:

Un olio novello estratto a caldo ha il sapore di un olio molito da circa 2 anni.

La quantità di polifenoli contenuta nell’olio è di circa il 60% inferiore. I Polifenoli (Vitamina E) rappresentano il nutriente principale contenuto nell’olio EVO.

Il colore dell’olio conserva il suo verde intenso delle olive. Un processo di molitura a caldo altera il suo colore fino a renderlo Giallino tendente al trasparente.
Certamente! Il nostro olio EVO è ottenuto esclusivamente utilizzando le olive raccolte sul terreno di famiglia. Tutto è documentato grazie ai video che quotidianamente pubblico nei miei profili Social.
L’offerta limitata a cui hai accesso non è per tutti.

Se tieni alla qualità di quello che metti sulla tua tavola ricercando prodotti artigianali senza l’aggiunta di nessun conservante o sostanza chimica per tutelare la tua salute e quella della tua famiglia, allora l’offerta che trovi qui sotto fa al caso tuo.

Il nostro olio evo è spremuto a freddo e conservato in botti di acciaio inox, non viene filtrato e viene imbottigliato nel momento della spedizione, inoltre, sui nostri terreni non usiamo pesticidi sistemici e concimi chimici.

Tutto questo per darti un prodotto dal gusto e dal profumo che non potrai dimenticare.

Tutte le nostre marmellate contengono una percentuale di frutta che vari tra l’80% e il 90%, gli unici prodotti aggiunti sono zucchero e succo di limone per aiutare la conservazione.

Le marmellate, insieme alle conserve, sono il frutto di ricette tramandate da anni nella mia famiglia.

Per garantire una qualità altissima dei prodotti tutte le materie prime sono state prodotte da noi e lavorate a mano, secondo la tradizione toscana.

A questo punto, se sei davvero alla ricerca di prodotti genuini e come madre natura li ha fatti, senza alcuna modifica chimica o altro, allora non puoi perdere l’occasione di gustare i nostri sapori.

First

€110
99
99
  • BAG IN BOX 3 LITRI OLIO MONOVARIETALE LECCINO
  • BAG IN BOX 5 LITRI VINO ROSSO
  • BAG IN BOX 5 LITRI VINO BIANCO
  • BOTTIGLIA 250ML OLIO EVO SELEZIONE MINUTA
  • BOTTIGLIA 750ML KLUSIUM 2016
  • SPEDIZIONE GRATUITA
  • 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI

Pro

€244
199
99
  • 2 BAG IN BOX 5 LITRI OLIO EVO SELEZIONE LECCINO
  • BAG IN BOX 5 LITRI VINO ROSSO
  • BAG IN BOX 5 LITRI VINO BIANCO
  • 2 BOTTIGLIE 250ML OLIO EVO SELEZIONE MINUTA
  • 2 BOTTIGLIE 250ML OLIO EVO SELEZIONE LECCINO
  • BOTTIGLIA 750ML KLUSIUM 2016
  • BONUS #1 TRIS DI MARMELLATA
  • BONUS #2 VASETTO MIELE MILLEFIORI 500GR
  • SPEDIZIONE GRATUITA
  • 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI
  • GADGET AZIENDALI
CONSIGLIATO

Max

€182
149
99
  • 2 BAG IN BOX 3 LITRI OLIO MONOVARIETALE LECCINO
  • BAG IN BOX 5 LITRI VINO ROSSO
  • BAG IN BOX 5 LITRI VINO BIANCO
  • BAG IN BOX 5 LITRI VINO BIANCO
  • 1 BOTTIGLIA 250ML OLIO EVO SELEZIONE MINUTA
  • BOTTIGLIA 750ML KLUSIUM 2016
  • BONUS #1 VASETTO MIELE MILLEFIORI 500GR
  • SPEDIZIONE GRATUITA
  • 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI

wBag, Perchè ?

Cerco di rispondere alle domande frequenti 

Perché è pratica, sostenibile ed economica. Sai che il vino al suo interno è protetto dalla luce e dal calore? tu puoi mescere lo stretto necessario per il tuo pasto, il resto rimane sotto vuoto, in una perfetta conservazione per otre 25 giorni. mai sprechi con wBag®.

1) Posizionare la scatola. Premere e sollevare verso l’alto la linguetta perforata della confezione. Staccare il dischetto perforato. 2) Estrarre il rubinetto e posizionare l’anello in basso, inserendolo nell’apposita sede circolare. Abbassare la linguetta perforata. 3) Tirare in modo circolare il sigillo di sicurezza del rubinetto per rimuovere. 4) Posizionare il bicchiere e premere le due alette verso l’ alto per spillare.
1) Conservazione: la sacca preserva la qualità del prodotto al suo interno anche dopo l’apertura dell’imballaggio. Svuotandosi progressivamente si ritira e l’ossigeno non penetra al suo interno durante l’erogazione. 2) Eco-sostenibilità: il Bag in Box è un imballaggio leggero, composto con materiali riciclabili e il suo utilizzo comporta minori emissioni di CO2 rispetto alle alternative in plastica o in vetro. 3) Costi: la riduzione dei costi di produzione, di stoccaggio, di consegna e di smaltimento fanno del Bag in Box un imballo ideale. (l’efficienza volumetrica è del 98% , rispetto al 40% dei contenitori in vetro). 4) Dosaggio: il Bag in Box è perfetto per erogare piccole quantità di prodotto alla volta senza essere costretti a consumarne il rimanente, sostenendo così il “bere responsabile”.
Le spedizioni vengono effettuate con un corriere espresso unicamente su territorio italiano. Per le zone disagiate (isole di Carloforte, Ponza, Leni, Lipari, Santa Marina Salina, La Maddalena, Ustica, Favignana, -Tremiti non servite-) e Livigno, contattare i nostri riferimenti, in quanto è previsto un supplemento di costo consegna. E’ previsto anche il ritiro diretto presso il nostro deposito (senza costo aggiuntivo) oppure in un Ufficio Poste Italiane abilitato: in questo caso deve essere specificato l’ Ufficio interessato nelle note in compilazione dell’ ordine online. (Il ritiro in Ufficio Poste Italiane è previsto per pacchi di peso non superiore a kg.30).
Il costo della spedizione è di 10,00€ fisso.
Spediamo fino a 100 kg totali (merce+imballo) per singolo ordine. (L’ordine può essere suddiviso in pacchi di 25 kg per agevolare gli operatori).
Puoi verificare lo stato e l’ avanzamento ordine nella sezione “I miei ordini”. Per monitorare la consegna vai nel sito del Corriere scelto e nella sezione “Ricerca spedizioni” digita il Numero di consegna. (Il sistema di tracking online permette di seguire l’iter delle spedizioni dal ritiro alla consegna).
Alla consegna, devi verificare l’integrità del pacco ricevuto (eventuali manomissioni o deformazioni della confezione oppure perdite di liquido). In caso, specifica nel modulo di consegna le anomalie riscontrate, e scatta una foto, in modo da dar seguito alla procedura di rimborso o sostituzione. Se hai dei dubbi dopo un primo controllo visivo, segna sul modulo di consegna “accettazione con riserva”.
Puoi fare ordini telefonici fornendo tutti i dati necessari oppure inviando una e-mail di richiesta e verrai contattato successivamente per perfezionare l’ordine.

Immagina un servizio come Amazon Prime. Ecco, vai oltre!

Aderendo oggi al progetto wClub entrerai a far parte di una nuova forma di esperienza e modo di vivere il vino, mai provato fino ad ora. 

IMMAGINA

*wBag∞ ti permette di non rimanere mai più senza vino, infatti grazie alla comodità ed alla praticità della wBag tu ti dovrai preoccupare solo di spillare il vino quando e quanto voi, a consegnarti di nuovo una nuova wBag® ci pensiamo noi! Tu paghi il vino, la spedizione è GRATIS!

Entra ora nel wClub. 

Cosa prevede? 

Sconti, Offerte Speciali, Informazioni Riservate, Formazione e molto altro ancora! 

Ah! Spedizione in tutta Italia, sempre GRATIS.

Paolo Nenci

Primo contadino digitale in italia

Nasce con il progetto wBag un modo tutto nuovo di godere del vino.

Nasce con wBag il progetto wAmbassador Club.

 Non rimarrai più senza vino! 

Inoltre più vino utilizzi, più risparmi!

Paolo Nenci

Primo contadino digitale in italia

E non finisce qua…

Per i più golosi,
ho preparato delle offerte
ALL-INCLUSIVE

contadino digitale
Recensioni del nostro Locale “Chiusi in un Calice”

Ecco cosa pensa chi ha visitato la nostra Cantina .