Newsroom

COMUNICATO STAMPA

Olio per svezzamento: perfetto per tuo figlio.

Olio per lo svezzamento: sapevi che è perfetto per tuo figlio?

 

L’olio extravergine di oliva è un toccasana per la salute dei neonati e di noi adulti, in quanto ricco di sostanze benefiche. Una vera e propria fortuna del nostra cultura e tradizione, che ci rende famosi e importanti nel mondo.

 

Sì, perché in un quantitativo tanto ridotto di olio EVO sono presenti in quantità elementi altrettanto essenziali per la salute: parliamo, prima di tutto, di Omega 3 e 6, grassi insaturi molto preziosi per il benessere dell’organismo e indispensabili per lo sviluppo del tessuto nervoso e la protezione delle cellule dei più piccoli, grazie al loro contenuto di antiossidanti naturali quali vitamina E, fenoli e di altre vitamine (A, D e K) liposolubili.

 

Non solo. Mentre l’oleuropeina è in grado di proteggere le arterie, abbassando la pressione arteriosa e riducendo il processo aterosclerotico, l’ibuprofene ha proprietà antinfiammatorie, proprio come tocoferoli, polifenoli, fosfolipidi e altre fondamentali sostanze contenute nell’olio EVO che hanno anche funzioni antiossidanti, anticancerogene, antibatteriche e antivirali.

 

Infine, l’olio EVO è da considerarsi particolarmente digeribile, svolgendo anche una funzione termica, volta cioè a mantenere la temperatura corporea sempre in stato ottimale. Per questo l’olio nello svezzamento è particolarmente indicato in quanto, nei bambini, riduce l’acidità gastrica, protegge le mucose dello stomaco e regola lo svuotamento della colecisti, favorendo la digestione degli altri grassi. In generale regola tutte le funzioni intestinali e, per questo, è molto importante in quanto riesce a garantire un valido apporto per sconfiggere il problema di stitichezza.

 

Scopri anche quanto costa un buon olio evo clicca qua

 

Ma perché allora dare l’olio evo ai neonati?

 

L’olio evo rappresenta uno dei primi ingredienti che il Pediatra prescrive per lo svezzamento dei nostri bambini, perché:

 

  • Si tratta del grasso meglio tollerato dal loro apparato digerente ancora poco sviluppato, ne preserva le mucose intestinali e riduce l’acidità gastrica.
  • È molto utile per contrastare la stipsi in quanto è un ottimo regolatore delle attività intestinali.
  • Favorisce la crescita corporea, la formazione delle ossa e lo sviluppo del sistema nervoso durante l’infanzia.
  • Stimola le funzionalità cerebrali, lo sviluppo delle azioni neuro-psico-motorie e la strutturazione della retina, grazie all’elevato contenuto di Omega-3.
  • L’olio evo esalta inoltre i sapori delle pappe ed abitua il bambino ai sapori tipici della dieta mediterranea.

 

Olio evo nei bambini: solo crudo o anche cotto?

Utilizzare l’olio a crudo, soprattutto fino ai 2 anni, è sicuramente la migliore modalità di impiego.

Anche cotto però non fa assolutamente male, perché avendo un punto di fumo elevato non produce sostanze tossiche per il nostro organismo.

L’ideale è, dunque, addizionare alle prime pappe un cucchiaio di olio extra vergine di oliva per fornire ai più piccoli un alimento così salutare da essere simile al latte materno.

 

Scopri quali sono i benefici di un buon olio evo, clicca qua

 

Quanto olio dare ai neonati?

 

Per quanto ricco di proprietà benefiche, si tratta comunque di un alimento dall’elevato valore energetico. Quindi rispettiamo appieno le dosi suggerite dal nostro Pediatra, che equivalgono inizialmente a 2 cucchiaini al giorno.

 

Perché scegliere l’olio extravergine e non gli altri oli vegetali?

 

Secondo le normative Europee è considerato extravergine un olio ottenuto da spremitura a freddo, quindi senza il ricorso ad alcun trattamento termico o chimico, e che possiede un’acidità pari o inferiore allo 0,8%. Grazie al suo particolare processo di estrazione, le sostanze antiossidanti del frutto rimangono intatte al 100%.

 

In caso invece di altri oli vegetali, il processo di estrazione e raffinazione si ottiene mediante l’impiego di temperature elevate e trattamenti chimici, che oltre a distruggere possibili antiossidanti presenti, possono provocare l’insorgere di sostanze dannose per la nostra salute.

Condividi articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Il tuo carrello
Scrivimi!
1
💬 Bisogno di Aiuto?
Paolo Nenci
Ciao 👋 che piacere trovarti qua, è sempre bello vedere l'interesse che le persone trovano nella mia produzione. Se hai bisogno di aiuto, io sono qua!